“Italy”

Con sentenza n.13712 del 14 aprile, la Corte di Cassazione si è espressa sulla liceità della dicitura “Italy” o di un cartellino con la bandiera italiana e un riquadro con la dicitura “Italy” per capi di abbigliamento di una società italiana prodotti in Cina e importati in Italia. La Corte ha deciso che l’elemento determinante il prodotto non è la provenienza geografica ma la tecnica di fabbricazione che, se rispettata, permette tale dicitura anche se la produzione è stata effettuata in Cina.