Registrazione Tonalità Simili Di Colore

Registrazione Tonalità Simili Di Colore

Nel giugno del 2004, la Corte d’Appello di Parigi ha deciso che una registrazione di marchio per un dato colore (indicato con il codice Pantone) impedisce a terzi di utilizzare anche colori molto simili. La decisione è stata presa in seguito a un’azione legale tra due produttori di latticini, Candia e Bledina. Candia è titolare di un marchio di colore (codice Pantone 212). Bledina ha messo in commercio una confezione per il latte di una simile tonalità di rosa. Il Tribunale di Primo Grado ha deciso in parte in favore di Candia ed è stato presentato ricorso. Il Tribunale di Parigi ha deciso che vi era contraffazione di marchio in quanto questa tonalità di rosa non era normalmente utilizzata in associazione a prodotti latticini, al momento della registrazione del marchio da parte di Candia. Pare quindi che i titolari di marchi di colore godano di protezione anche per le tonalità vicine a quella del codice registrato. Rimane da definire quanto si deve distanziare un concorrente dalla tonalità registrata per evitare di essere in contraffazione. E’ dubbio se l’impostazione del Tribunale francese sia stato in linea con quella dell’ECJ, che stabilisce che i marchi di colore godono di una protezione ristretta.