Europa, Colore Come Marchio

Europa, Colore Come Marchio

Il Tribunale di Giustizia della Comunità Europea ha deciso il 6 maggio 2003 che un colore di per se può avere carattere distintivo e sarà registrabile quando il colore è graficamente rappresentabile in modo tale che sia chiaro, preciso, contenuto, facilmente accessibile, comprensibile, duraturo, e oggettivo. La riproduzione su carta non soddisfa questi criteri perché il colore si può deteriorare col tempo. Il Presidente dell’OHIM ha spiegato che i marchi comunitari sono archiviati in formato elettronico, superando così le limitazioni della carta. Ciononostante, l’Ufficio richiede che l’indicazione del colore dovrebbe comprendere una designazione con un codice di identificazione riconosciuto a livello internazionale.