Registrazione marchio internazionale

Con il termine “marchio internazionale” si indica un sistema di deposito e di registrazione semplificato che consente di ottenere la registrazione di un marchio, attraverso un’unica domanda, in più Stati esteri che aderiscono al c.d. Sistema di Madrid, regolamentato principalmente da due normative: l’Accordo e il Protocollo di Madrid.

Iter di registrazione

Il marchio internazionale si basa su una registrazione o, ai sensi del Protocollo, anche semplicemente sulla base di una domanda di registrazione di marchio nel Paese di origine. Ai sensi dell’Accordo, l’individuazione del Paese di origine è effettuata sulla base del seguente criterio gerarchico (“a cascata”): il Paese aderente all’Accordo dove il richiedente abbia uno stabilimento industriale o commerciale o, in subordine, il Paese aderente all’Accordo dove abbia il suo domicilio o, in ulteriore subordine, il Paese aderente all’Accordo dove abbia la nazionalità. Tuttavia, ai sensi del Protocollo di Madrid, tali criteri sono diventati alternativi uno all’altro. L’Ufficio d’origine provvede alla trasmissione della domanda all’OMPI (Organizzazione mondiale per la proprietà intellettuale, con sede a Ginevra, Svizzera) che conduce un esame formale. In seguito, l’OMPI procede all’iscrizione del marchio nel registro internazionale nonché alla sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, dopodiché provvede a notificare la domanda ai Paesi designati nella domanda. Gli uffici dei paesi designati conducono un esame sostanziale della domanda secondo la normativa nazionale. Se previsto dalla propria normativa nazionale, il paese designato può emettere un rifiuto provvisorio (entro 12 o 18 mesi, in base alla normativa vigente nel paese prescelto). Dopo l’esame dei requisiti di registrabilità, i titolari di diritti anteriori in quel territorio possono attivare procedimenti di opposizione nei confronti della designazione di marchio. In assenza di rifiuti od opposizioni, oppure in caso di un loro superamento, si ottiene la registrazione della designazione nazionale.

Vantaggi

La procedura di registrazione internazionale, per le sue caratteristiche (ad es.: presentazione di un’unica domanda presso un unico Ufficio competente, in un’unica lingua, il pagamento delle tasse presso un unico Ufficio, un’unica data di scadenza ecc..) rappresenta una notevole semplificazione rispetto al deposito di una serie di domande di registrazione di marchio presso i vari Uffici nazionali, consentendo al richiedente un considerevole risparmio economico. Inoltre, a seguito della registrazione di un marchio internazionale, vi è sempre la possibilità di estendere l’ambito territoriale della sua protezione designando altri Paesi, secondo le Vostre esigenze aziendali. Per quanto riguarda l’uso di marchio internazionale, si fa riferimento alle normative nazionali di ciascuno dei Paesi designati.