Brevetto per modello di utilità

È un titolo di proprietà industriale che, a differenza del brevetto per invenzione, dura 10 anni dalla data di deposito e può essere depositato nei territori aventi una giurisprudenza che riconosce tale privativa. In Europa, detti territori sono: Albania, Austria, Bulgaria, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Irlanda, Italia, Polonia, Portogallo, Repubblica Moldava, Slovenia, Spagna, Turchia e Ucraina. A livello mondiale, il modello di utilità è riconosciuto in diversi Paesi, tra i quali: Cina, Brasile, Australia, Giappone, Russia e Corea del Sud.

Iter e tempi di concessione

L’iter di concessione in Italia prevede il deposito, seguito da un esame formale. Non vengono quindi eseguiti ulteriori controlli da parte dell’Ufficio Brevetti e Marchi Italiano (UIBM) che a distanza di qualche anno provvede alla concessione del titolo in via definitiva.

Vantaggi

Il brevetto per modello di utilità è un diritto che permette di tutelare quei trovati che presentano dei miglioramenti che, anche qualora non costituiscano una soluzione ad un problema tecnico, conferiscono comunque una particolare utilità o facilità d’uso ad un determinato articolo (ad es. utensile, strumento, ecc.). È particolarmente adatto a quel tipo di trovati che, pur essendo nuovi, difficilmente verrebbero accolti dall’ufficio brevetti come vere e proprie “invenzioni”, ma ciononostante presentano un certo carattere inventivo.