Decisione Storica della Corte Suprema Fa Prevedere Cambi Profondi della Distribuzione di Contenziosi Brevettuali negli Stati Uniti

Decisione Storica della Corte Suprema Fa Prevedere Cambi Profondi della Distribuzione di Contenziosi Brevettuali negli Stati Uniti

Il 22 maggio 2017, in occasione del contenzioso in corso fra Tc Heartland e Kraft Food Group Brands, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha ribaltato la consolidata interpretazione delle leggi federali che regolano in generale la sede processuale (28 U.S.C. §1391) e in specifico la sede processuale di contenziosi brevettuali (28 U.S.C. § 1400(b)), datata 1990 (in occasione del contenzioso fra VE HOLDING e Johnson  Gas Appliance), stipulando di fatto, che un imputato accusato di infrazione brevettuale non potrà più essere processato all’interno di distretti con i quali non ha forti legami (come ad esempio per via di “una regolare e stabilita attività”).

Le previsioni parlano di  un effetto drenante che la sentenza avrà sulle dispute brevettuali soprattutto nella ‘famigerata’ giurisdizione del Texas orientale (nota per essere tipicamente scelta per processare imputati solo debolmente connessi ad essa), fino ad un calo di 29% di casi registrati. La conseguenza più probabile è dunque quella di una migrazione dei contenziosi verso giurisdizioni più ‘appropriate’ (come ad esempio la California del Nord e il Delaware).

Per imputati coinvolti in contenziosi attuali nel Texas orientale, questa nuova situazione comporterà una serie di opportunità per uscire dal distretto attraverso mozioni di trasferimento o rigetto e per aspiranti querelanti, desiderosi di avviare contenziosi nel Texas orientale, significherà escogitare modi per aggirare la decisione della Corte Suprema.